…….e ri-Lucca: Etruschi

E’ questa la nuova iniziativa culturale della Fondazione Giuseppe Lazzareschi di Porcari (LU) che insieme alla Fondazione Antica Zecca di Lucca darà vita dal 18 dicembre fino al 27 marzo 2011 ad una suggestiva mostra, realizzata in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, che racconterà l’eccellenza del popolo etrusco, la prima grande civiltà sorta in Italia, proprio in Toscana.

I luoghi, i riti, la vita quotidiana, ma anche gli orientamenti culturali, la religione e l’aldilà, l’economia e la grande produzione artistica, saranno raccontati attraverso una ricca collezione di oggetti, manufatti e volumi attraverso i quali sarà possibile scoprire i misteri di questa antica e sapiente civiltà che fiorì a partire dal X secolo a.c. Per la prima volta l’evento avrà una ulteriore ubicazione oltre al Palazzo di Vetro. La prestigiosa Fondazione Antica Zecca di Lucca nella casermetta di S. Donato sulle mura urbane ospiterà infatti la sezione dedicata alle monete, mentre nel la sede centrale della Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa, Livorno nel cuore della città di Lucca, sarà possibile avere un piccolo “assaggio” dell’iniziativa culturale, grazie all’esposizione di alcuni degli oggetti della collezione.

La mostra, che ha carattere didattico e che non pretende di essere esaustiva, raccoglie oggetti di vita quotidiana, gioielli, ma anche urne, incensiere, bronzi, anfore, armi, che troveranno spazio in suggestive ambientazioni grazie a plastici e modelli in scala riproducenti i templi e le antiche tombe. Ricca anche la sezione dedicata ai ritrovamenti sul territorio, molti dei quali saranno esposti al pubblico in anteprima assoluta. Numerosi anche i volumi della Biblioteca Statale di Lucca che testimoniano la “Fortuna degli Etruschi”, ovvero la riscoperta dell’interesse e della passione per questo antico e sapientissimo popolo, avvenuta, dopo un millenario oblio, ad opera degli studiosi e intellettuali a partire dal XVIII secolo.
La mostra sarà corredata, oltre che da un catalogo con foto a colori, da supporti didattici esplicativi delle tematiche e degli oggetti esposti e da un video per rendere ancora più fruibili i temi trattati. In programma, momenti musicali e incontri serali a tema con esperti e studiosi della materia che intratterranno sugli aspetti che hanno maggiormente riguardato le discussioni culturali ed incuriosito il più vasto pubblico dei non addetti ai lavori.

L’evento, reso possibile grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa, Livorno, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana e dei comuni di Porcari, Lucca, Capannori, Altopascio.

La giornata inaugurale della mostra al Palazzo di Vetro di Porcari prevede il taglio del nastro alla presenza delle autorità sabato 18 dicembre alle ore 10.30, mentre il pomeriggio dalle ore 15.30 un ricco programma con musiche e danza, animazione e degustazione di prodotti elaborati su ricette originali di epoca etrusca.

Un secondo momento inaugurale è previsto martedì 21 dicembre alle ore 16.30 alla Fondazione Antica Zecca di Lucca sulle mura urbane, dove sarà esposta la sezione delle monete, dei volumi e dei bronzetti.

Nella sede centrale della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno nel cuore della città di Lucca, infine, sarà possibile avere un piccolo “assaggio” dell’iniziativa culturale, grazie all’esposizione di alcuni degli oggetti della collezione.

Gli incontri del venerdì sera
In calendario, a partire dal 2011, incontri serali ad ingresso libero il venerdì alle 21. Si comincia il 14 gennaio con la conferenza dell’archeologo Giulio Ciampoltrini “Gli Etruschi di Porcari e della Piana di Lucca; il 4 febbraio la dottoressa Giuseppina Carlotta Cianferoni, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, parlerà del “Simposio nell’Etruria”. Al termine della conferenza sarà possibile degustare prodotti su ricette dell’epoca a cura dell’associazione culturale “Historiaedita”. Si prosegue il 18 febbraio con un incontro (che si terrà alla Fondazione Antica Zecca di Lucca) curato da Fiorenzo Catalli, direttore della Soprintendenza Archeologica di Roma, dal titolo “Le monete degli Etruschi. Dal modello greco all’influenza romana”. Il ciclo di incontri vedrà la conclusione il 4 marzo con lo spettacolo di danza contemporanea ispirata a musiche etrusche con le coreografie di Rosella Musetti.

Monica Arena
Segreteria organizzativa
Ufficio Stampa 0583/298163

Fondazione Antica Zecca di Lucca
piazzale San Donato (Casermetta San Donato) Mura Urbane 55100 Lucca
tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Chiuso sabato pomeriggio, lunedì e nei giorni: 25 e 26 dicembre, 1° gennaio.
Ingresso libero

undo

…….e ri-Lucca: Etruschiultima modifica: 2010-12-21T15:28:21+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento