Vecchiano (PI): Da Boccadiserchio a Lucca in bici

 

Si aggiunge un altro “tassello” alla pista ciclopedonale “Puccini” che da Lucca arriverà al lago di Massaciuccoli e fino al mare, a Marina di Vecchiano. Oggi nella sede della provincia di Pisa è stato siglato un protocollo d’intesa per l’attuazione dei lavori nel tratto tra Pontasserchio e Nodica.  Presenti alla firma dell’intesa, per la provincia di Pisa il presidente Andrea Pieroni (Nella foto) e l’assessore alla mobilità Gabriele Santoni; per la provincia di Lucca, l’assessore allo sviluppo economico, Francesco Bambini e per il comune di Vecchiano l’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Angori.

L’intera pista ciclopedonale “Puccini” al suo completamento misurerà 45 km. Sono stati realizzati gli interventi della provincia di Lucca lungo il Serchio, da Ponte S. Pietro fino a Cerasomma, ed ora sono in corso i lavori sul fronte versiliese, precisamente nel tratto a sud-est del lago con un percorso che raggiungerà il porticciolo di Massaciuccoli. Dei tre stralci funzionali previsti (l’investimento è di circa 1 milione di euro), il primo riguardante la pista ai piedi del Monte Cocco sarà ultimato nel giro di tre settimane, il secondo è stato appaltato a metà febbraio mentre il terzo, che riguarda il tratto a sud del lago e l’ultima porzione lungo le vasche della pescicoltura, è stato appaltato di recente.

Per quanto riguarda invece la provincia di Pisa si stanno concludendo i lavori del tratto di 8 km compreso tra il confine tra le due province e il Teatro Rossini, a Pontasserchio, per il quale Regione Toscana, provincia di Pisa e comune di S. Giuliano hanno investito 500 mila euro e poi inizieranno i lavori per il tratto oggetto dell’accordo odierno. Secondo quanto condiviso nel protocollo, la provincia di Pisa contribuirà con 85mila euro, mentre quella di Lucca con 45 mila. Ai Comuni saranno assegnati i successivi compiti di manutenzione.

greenreport

Vecchiano (PI): Da Boccadiserchio a Lucca in biciultima modifica: 2011-03-16T10:46:18+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento