Carrara: Fabio Viale

 

Venerdì 15 aprile, alle ore 10, la statua commemorativa del Conte Camillo Benso di Cavour, realizzata dal giovane scultore piemontese Fabio Viale in occasione delle celebrazioni per il centocinquantenario dell’Unità d’Italia e attualmente allestita nella Galleria Tamagno del Teatro Regio, lascerà Torino per essere ospitata provvisoriamente nella città di Carrara con la cui amministrazione comunale la Città di Torino e la Fondazione Cavour di Santena hanno coprodotto il lavoro.

Le delicate operazioni di trasferimento – l’opera, alta 1,65 m, pesa circa cinque quintali ed è realizzata in un blocco unico di marmo – saranno effettuate dalla società Gondrand, sponsor ufficiale delle movimentazioni.

Dopo Carrara la statua, donata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione delle celebrazioni del centocinquantesimo, sarà collocata al Quirinale.

“L’opera, benché possa apparire di fattura accademica, è il risultato concreto di un approccio del tutto innovativo che si avvale di mezzi e tecnologie all’avanguardia – spiega una nota sul sito del Teatro Regio -. La sua realizzazione è stata preceduta da un vero e proprio casting per poter trovare un modello che non solo ne presentasse le medesime fattezze fisiche, ma anche la stessa postura.

Il volto, per una maggiore fedeltà di rappresentazione, è invece stato tratto dalla maschera mortuaria dello statista, conservata al Museo di Anatomia di Torino. Attraverso scanner 3D di ultima generazione il sosia è stato così tradotto in un modello virtuale, che potesse servire da guida alle sofisticatissime attrezzature del laboratorio dell’Accademia di Carrara per la sbozzatura iniziale del blocco di marmo, scelto nelle cave di Carrara, alla maniera degli antichi, dallo stesso scultore. L’abbozzo della scultura è stato così, in un secondo tempo, portato magistralmente a compimento da Viale che, grazie alla sua virtuosa perizia tecnica, è riuscito a conferire al pesante marmo una leggerezza e un’ariosità inaspettate”.

Luisa Cicero

Carrara: Fabio Vialeultima modifica: 2011-04-13T14:44:57+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento