Pontremoli (MS): Su e giù per la Lunigiana

sabato 7 maggio · 7.3010.30

lunigiana
Pontremoli, Italy

Escursione in auto a Pontremoli, ultimo comune della regione toscana a cavallo tra Liguria e Emilia, alla scoperta dei loro Presidi in collaborazione con Slow Food Lunigiana-Apuana
Consiglierei gli amici di riunirsi nelle auto per facilitare gli spostamenti almeno quattro per auto.
Desidero informare che a causa della strada sterrata da percorrere per raggiungere gli agriturismi sarebbero preferibili auto abbastanza alte (tipo fuoristrada e comunque assolutamente no ad auto basse e sportive che rischierebbero di non poter transitare)

Partenza alle ore 7.30 con mezzi propri dal parcheggio degli Impianti Sportivi Zona Acquacalda

Sosta tecnica lungo la via e previsto arrivo per le ore 11.00

Ci aspetteranno il “Fiduciario” Marco Cavellini e il “Segretario” Danilo Berton per farci da guida ad uno dei “pilastri” della comunità di Pontremoli dove è stato anche Carlo Petrini per capire come si usano i testi… La cottura nel testo è una modalità di cottura dei cibi forse unica in Italia, sicuramente autoctona della Lunigiana, simile a tecniche praticate nella parte meridionale del bacino del Mediterraneo. Nel testo si cuoce tuttora artigianalmente il testarolo,

un pane azzimo di spessore sottile e forma circolare, del diametro di circa 40-45 centimetri. Gli ingredienti sono farina di grano, acqua tiepida e sale miscelati in una pastella che viene continuamente amalgamata e ossigenata fino a che non raggiunge una consistenza omogenea e vellutata. a cottura avviene appunto nei tradizionali testi di ghisa (un tempo fatti in terracotta): sorta di piccoli forni portatili composti da due parti, quella inferiore chiamata sottano dove vengono posti gli alimenti e quella superiore, il soprano che fa da coperchio. Sia sottano che soprano sono posti su un fuoco di legna di faggio o di castagno e arroventati, la parte interna di entrambi è a contatto con la fiamma viva: quando il sottano ha raggiunto la temperatura giusta viene ritirato dal fuoco e vi si versa la pastella. Si lascia quindi cuocere scoperto per qualche istante poi si chiude sovrapponendo il soprano e formando così una campana all’interno della quale avviene la cottura.

Una volta pronto, il testarolo è tradizionalmente tagliato a rombi e fatto rinvenire in acqua bollente: si butta nell’acqua bollente – ma a fuoco spento – per pochi minuti. La ricetta moderna prevede di condirlo con il pesto di tipo ligure, ma la ricetta che si intende recuperare prevede il condimento di un tempo, composto semplicemente da formaggio parmigiano o pecorino amalgamato con basilico tritato finissimo e olio extravergine. In questo modo nessuno dei quattro elementi (testarolo, basilico, olio e formaggio) prevale sugli altri e il sapore della pietanza si apprezza in tutta la sua equilibrata fragranza. E naturalmente noi li vedremo fare e assaggeremo questo presidio (solo un assaggio).

A seguire verso le 12.30 proseguiremo per l’Agriturismo Cà del Lupo dove Alessio (giovane pontremolese ritornato alle origini dopo un lungo periodo della sua vita passata a Milano) ha voluto creare, insieme alla locale Condotta di Slow Food una Scuola per la cottura nei testi. Lui vive insieme alla sua compagna in mezzo alla natura, in mezzo ai castagni, alleva e coltiva ciò che gli occorre per se e per il suo piccolo agriturismo di 4 camere. Noi avremo l’opportunità e la fortuna di conoscerlo e di assaggiare l’opera del suo lavoro. Infatti qui consumeremo la nostra “colazione rinforzata” assaggiando diverse specialità locali che saranno indimenticabili.

Verso le 15.00 ci divideremo, una metà rimarrà da Alessio, nel suo e nel vicino agriturismo e gli altri saranno accompagnati all’altro Agriturismo Podere Benelli dove ci attendono Orazio e Ines per assegnarci le nostre camere.

Alle 17.00 precise ci troveremo tutti insieme nella piazza di Pontremoli davanti al Duomo di Santa Maria del Popolo per passeggiare lungo il paese e visitare poi il palazzo Ruschi-Noceti in piazza Repubblica.

Alle 20.00 andremo a cena da Bussè. Locale storico del centro pontremolese nonchè locale chioccioluto nella Guida Osterie d’Italia.per consumare un menu che sarà la quintessenza della tradizionalità locale e che concluderemo senza caffè perchè, come era previsto nel passato….il caffè lo facevano al bar e non all’Osteria.

Al Termine della cena il gruppo si dividerà e andremo una parte al Podere Benelli e gli altri a Cà del Lupo dove ci smisteremo (secondo le indicazioni del pomeriggio) e riposeremo sino all’indomani. Anche se saremo in quattro strutture ci riuniremo a fare colazione in due e precisamente anche le tre camere dalla Signora Ines faranno colazione tutti da Orazio al Benelli e gli altri tutti da Alessio a Ca del Lupo. La mattinata sarà con tempo libero a disposizione di ognuno per girellare attraverso il paese e visitare se credete anche il Castello o il Museo delle statue Stele e poi ci ritroveremo tutti insieme in tarda mattinata alle ore 12.00 per l’aperitivo “Bianco Oro” sempre davanti al Duomo.

Alle 12.30 torneremo o andremo tutti al podere Benelli dove effettueremo alle ore 13.00 un percorso gastronomico (lo stesso che viene proposto a Medievalis ogni agosto) con la degustazione di piatti che hanno fatto la storia della gastronomia pontremolese abbinati ai vini di montagna fatti direttamente dal nostro amico Orazio.

Al termine del pranzo saremo liberi di passeggiare in campagna e riprendere con calma la via di casa…..

Sarà una occasione veramente diversa e per pochi
Per la prima volta saremo in “agriturismo” per capire la realtà del volto del territorio e dunque con posti limitati, non lussuosi ma “veri” e suddivisi in quattro strutture
con 5, 3, 4 e 4 camere
Disponibilità 32 posti x coppie o doppi
ricorda per prenotare scrivi a Marco Bechi eventi@slowfoodsiena.it
La spesa complessiva,
sarà di solo € 125.00 per soci e i soci familiari tutto incluso anche bevande:
assaggio dei testaroli, colazione rinforzata a Cà del Lupo, visita guidata al palazzo Ruschi-Noceti, cena all’osteria chioccioluta da Bussè, pernottamento in camera doppia nelle strutture agrituristiche assegnate comprensiva di colazione, aperitivo “Bianco Oro” e percorso degustativo alla Medievalis a Podere Benelli comprensivo del suo vino.Mostra tutto

Pontremoli (MS): Su e giù per la Lunigianaultima modifica: 2011-04-19T10:01:37+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento