Palaia (PI): Sagra del Crostino (ma è solo una delle tante)

In Maremma, nel piccolo centro di Alberese, fine settimana con i canti, i balli e gli stand enogastonomici della Festa di Primavera. Al campo sportivo divertimento per tutti i gusti. Sempre in Maremma ad Arcille, nel comune di Campagnatico, prende il via la Sagra della Fava e del baccello che inaugura la stagione delle sagre paesane. Tutti i buongustai portanno degustare fave con pecorino, zuppa di fave, piselli e altri prodotti tipici locali (info: 0564 996711 – www.comunedicampagnatico.it)

A Sagginale, frazione di Borgo San Lorenzo (Firenze) è in corso fino al 3 maggio la Sagra del Tortello. Un appuntamento immancabile per gustare, nel ristorante allestito dentro il campo sportivo, il tipico tortello mugellano fatto a mano con il ripieno di patate farinose, aglio, prezzemolo, sale, pepe e noce moscata (per informazioni: 055 849661 – www.comune.borgo-san-lorenzo.fi.it).

Torna in Val di Chiana, invece, a Chianciano Terme l’appuntamento con “Sapori del Monte Cetona”, rassegna enogastronomica giunta alla sesta edizione che propone eventi di piazza, mostre fotografiche, degustazioni, concorsi gastronomici, mostre mercato dei prodotti tipici del territorio e menù a tema elaborati dai ristoratori locali a base di mieli e pecorini della zona. La rassegna parte proprio da Chianciano, sabato 2 e domenica 3 maggio. Lungo le vie del centro storico, all’ombra della torre dell’orologio, la scena sarà tutta per le aziende agricole locali che esporranno le loro produzioni e guideranno il pubblico all’assaggio di marmellate e confetture, mieli di acacia, castagno, trifoglio, millefiori, pecorini di diversa stagionatura, passando per i rinomati salumi di cinta senese e ricercati legumi (come i “fagioli dall’occhio”) fino ad arrivare alle torte e ai biscotti dei mastri pasticceri del territorio. Domenica saliranno in cattedra gli allievi dell’Istituto Alberghiero P. Artusi di Chianciano Terme con l’evento più atteso della manifestazione: “Farina del mio sacco”, concorso gastronomico che vedrà i giovani chef cimentarsi nella realizzazione di piatti a base di pecorino e miele che verranno sottoposti al verdetto di una giuria di esperti e al parere del pubblico presente. Nei due giorni di apertura della rassegna sarà possibile anche visitare la mostra fotografica “Val di Chiana e Val d’Orcia, il sapore della civiltà, la civiltà dei sapori”, uno spaccato della cultura agricola del territorio enfatizzato da quindici tavole fotografate in bianco e nero accompagnate da testi descrittivi (info: 0578 268137 – www.officinadelgusto.it).

In provincia di Pisa, a Palaia, il primo maggio si tiene la Sagra del crostino-la festa del sapore rustico. Qui vengono preparati e distribuiti crostini con tantissimi tipi di salse, per soddisfare tutti i gusti. La giornata di festa è allietata da animazioni, musica dal vivo e danze (info: 0587 62141).

Per gli amanti del mare, a Castiglione della Pescaia si svolge la Sagra della zuppa di pesce mentre all’Isola d’Elba a Rio nell’Elba è in programma il primo maggio la sagra-concorso Il cinghiale dei cacciatori. A Massarosa (Lucca) protagonista il 2 e 3 maggio è il pesce di lago e di mare, preparato in risotti, fritture e in altri svariati modi. Il clima festoso offre anche balli, canti, oltre ad un’ambientazione immersa nella natura, vicino a numerosi itinerari per passeggiate a piedi o in bicicletta.

Per gli amanti delle specialità culinarie chiantigiane, imperdibile è l’appuntamento con la Festa delle civiltà contadine a Strada in Chianti (Greve in Chianti) il primo maggio, in cui si possono gustare piatti tipici della tradizione toscana. A cornice della manifestazione mercato di merci varie e di prodotti agricoli locali, estemporanea di pittura, giostre e concerti all’anfiteatro (info: 055 85451).

turismointoscana

Palaia (PI): Sagra del Crostino (ma è solo una delle tante)ultima modifica: 2009-04-30T12:53:49+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento