……..e ancora Livorno: Beghe fra fratelli. Chiusa la casa di Modigliani

La casa natale di Modigliani, una delle poche cose che legano veramente Livorno all’artista, è momentaneamente chiusa per una disputa in famiglia: la famiglia dei galleristi Giorgio e Guido Guastalla. Giorgio è direttore della casa natale, presidente dell’associazione che la gestisce e comproprietario del 50% dell’immobile. L’altro comproprietario, Guido, ha inviato la disdetta dell’affitto all’associazione guidata da suo fratello. Che, conseguentemente, ha chiuso le porte di Casa Modigliani in attesa di un accordo con Guido Guastalla.

Al primo piano della casa di via Roma 38 è esposta un’ampia documentazione didattica e fotografica sulla vita e sull’opera del pittore e scultore: dagli anni livornesi (1884-1906) a quelli della maturità artistica parigina (1906-1920, anno della morte). Giorgio Guastalla parla con un velo di amarezza: «Purtroppo prima che la casa sia riaperta al pubblico bisogna trovare un accordo con l’altro comproprietario», che poi è suo fratello Guido Guastalla. Quest’ultimo, prosegue Giorgio, «ha inviato una disdetta del contratto di affitto relativo alla sua metà per destinarla ad un suo uso personale. Mi auguro comunque di poter riaprire al più presto la casa, se necessario anche con uno spazio ridotto». Giorgio Guastalla tiene a sottolineare come «la casa abbia sempre svolto un ruolo molto importante in qualità di centro di studi sull’opera dell’artista: scrittori, sceneggiatori, registi di tutto il mondo sono partiti da qui per raccontare di Modigliani. Inoltre grazie ad Amaranta Service è stato possibile offrire un buon servizio di visite». Guastalla ricorda che «finora la casa è rimasta aperta grazie al contributo economico della famiglia di Giorgio Guastalla perché neppure la Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno ha mai elargito nulla per sostenerla».

 
Ma cosa si perdono i livornesi con la casa natale di Modigliani momentaneamente chiusa? Qualcosa di interessante. Ci sono infatti copie dei documenti autografi di proprietà degli Archives Légales di Parigi, foto che ritraggono Modigliani piccolo e la sua famiglia (Eugenia Garsin, madre dell’artista, gestiva qui una delle più raffinate scuole di cultura generale e di lingue cittadine), immagini delle opere originali e un video realizzato da Giorgio Guastalla che presenta tutti i dipinti e le sculture di Modì. Il tutto all’interno di un arredamento che si rifà a quello dell’epoca, ricostruito in base ai documenti della famiglia e con pezzi originali. Interessante e preziosa inoltre una sezione dedicata a celebri artisti contemporanei che hanno fatto un omaggio a Modigliani. Sono esposte opere di Mark Kostabi, Joe Tilson, Pietro Cascella, Enrico Baj, Renato Guttuso, Mimmo Rotella, Bruno Ceccobelli e Concetto Pozzati. Senza contare l’emozione di essere tra quelle mura che raccontano la storia di uno degli artisti più grandi al mondo.

facebook

……..e ancora Livorno: Beghe fra fratelli. Chiusa la casa di Modiglianiultima modifica: 2009-08-24T17:34:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento