Grosseto: Aereoporto quasi pronto

(g.d’o per corrieredimaremma)

Ancora buone nuove per lo scalo civile. Il faccia a faccia del luglio scorso tra il presidente della Camera di Commercio, Gianni Lamioni, e i vertici di Enac, che aveva aperto a effettive possibilità di decolli notturni per i charter, prende sempre più “quota”. Non solo la Seam ha ottenuto la certificazione dei sistemi di sicurezza che attendeva, così da non dover essere più in deroga.

Ma c’è anche dell’altro. A questo punto manca solo che venga fissata la data di quando potrà essere effettuato il volo test notturno per i charter. Nei giorni scorsi c’è stato un carteggio, alla luce della richiesta formale di Seam, tra l’Enac e lo Stato Maggiore dell’Aeronautica, che ha dato il via libera all’operazione.

Enac e IV Stormo dovranno, adesso, concordare la data. Potrebbe essere l’atteso punto di svolta rispetto all’impegno strappato da Lamioni nel mese di luglio. Oggi i voli charter sono consentiti solo alba-tramonto ed Enac è ferma nel dire no agli atterraggi notturni per motivi di sicurezza, legati alla presenza, sulla pista, dei cavi di arresto degli Eurofighter, che dovrebbero “scomparire” a ogni arrivo di un aereo civile. Ma già i decolli notturni sarebbero un passo determinante alla crescita dell’aeroporto.

Tanto più alla luce dell’importante successo ottenuto col bando di incoming turistico che ha visto Camera di Commercio, Provincia e Comune di Grosseto stringere un accordo di collaborazione con il tour operator russo Jet Travel, che ha permesso, da giugno a settembre, di portare nel capoluogo maremmano 15 aerei con 1.200 passeggeri, attivando 6.300 pernottamenti. I tre enti hanno già annunciato la pubblicazione di un nuovo bando (forse anche più d’uno) per rafforzare i legami con la Russia e attivarne di nuovi. I decolli notturni sarebbero la ciliegina

Grosseto: Aereoporto quasi prontoultima modifica: 2009-10-31T12:52:23+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento