……..e ri-Firenze: Pianorama, il programma completo


Apre martedì 16 marzo ore 20.30 – quest’anno nella sala del Lyceum Club Internazionale di Firenze (Via Alfani 48) – PIANORAMA, festival internazionale di pianoforte che giunge alla VI edizione grazie al sostegno di una fitta rete di enti internazionali (Istituto Francese, Deutsches Institut, Consolato della Repubblica Federale di Germania, Consolato di Francia, Lyceum Club Internazionale di Firenze, Consolato d’Austria) e alla partecipazione delle più importanti scuole di musica del territorio. Il festival (in programma tutte i giorni dal 16 al 21 marzo, inizia con il consueto mix di pianoforte e cinema muto: il film scelto dal critico cinematografico Aldo Tassone è “Metropolis” (Germania 1927), che sarà accompagnato dalle intense improvvisazioni di Martin Munch, pianista e compositore tedesco, che del festival è stato l’ideatore, che si ispirerà alle musiche originali del film, in particolare al “Tema di Maria”.  

Il film

Metropolis (di cui recentemente è stata scoperta a Buenos Aires la versione integrale, non ancora disponibile) è considerato il capolavoro del regista austriaco Fritz Lang ed è tra le opere simbolo del cinema espressionista oltre che universalmente riconosciuto come modello di gran parte del cinema di fantascienza moderno, avendo ispirato pellicole quali Blade Runner e Brazil
Protagonista del film una  Metropoli  avveniristica (Lang pensava a New York)  costruita su due livelli sovrapposti e nettamente separati. Sopra, tra  luminosi grattacieli, lussuosi giardini e campi sportivi, una élite di privilegiati che conduce un’agiata vita borghese; nella città sotterranea invece, un intrico di case-cubi, tunnel e ascensori giganti senza un filo d’erba, un esercito di operai anonimi inchiodati alle loro macchine. Per mantenere l’“equilibrio sociale”, dalla sua stanza dei bottoni, Joh Fredersen (Alfred Abel) il grande monopolista di Metropolis, ricorrerà all’aiuto di un inventore folle, impegnato nell’ambizioso progetto della creazione di un robot, che, riprodotto in migliaia di esemplari, potrà rimpiazzare in futuro tutti gli operai.

 “Caso  rarissimo  in un film muto – ricorda Aldo Tassone –  la fama  di Metropoli non  è mai venuta meno; in una recensione del lontano 1927 il giovane Luis Buñuel sottolineava la padronanza tecnica eccezionale, la forza emotiva, la bellezza inedita sorprendente di questo meraviglioso libro di immagini.
Ormai  questo primo colossal di fantascienza sociale fa parte dell’immaginario collettivo, grazie anche ai geniali i  trucchi scenografici come la creazione del robot-donna, lo schermo pre-televisivo nell’ufficio del padre padrone per controllare i movimenti degli operai nel sottosuolo, l’originale uso dei modellini  e della luce, i  movimenti delle masse “geometrizzate”, con gli  operai-robot che avanzano in falangi  triangolari”.    
 
L’interprete

Dopo gli studi in pianoforte e composizione conclusisi rispettivamente a Magonza e Karlsruhe, Martin Münch si è esibito, in veste di pianista e compositore, in ventisei paesi fra Europa, Giappone e Stati Uniti. Alcune sue opere sono state trasmesse dalle radio e  dalla televisione. Attualmente è docente di pianoforte presso L’Università di Bamberg e direttore artistico di vari festival pianistici (Heidelberg, Firenze e altri)

                                                                                                                                        

INFORMAZIONI

 C/o Sala del Lyceum Club di Firenze Via Alfani 48, Firenze – Italia

Biglietto d’ingresso: 8 Euro (ridotti 6 Euro) PianoCard per tutte le serate 20 Euro

Ingresso ridotto: Carta Istituto francese, Deutsches Institut, Lyceum Club, Università di Firenze, Università dell’età libera, ARCI, Associazioni Musicali, Soci Rete Toscana Classica

Informazioni : Istituto Francese 055 2718801


E possibile scaricare il depliant su: www.istitutofrancese.it

Programma completo dei concerti e CV dei pianisti

 martedì 16 marz o 2010 – ore 20:30

Pianoforte e Cinema muto

“Metropolis”, 1927, Germania
_
Fi
lm muto di Fritz Lang, improvvisazioni di Martin Münch

che lo accompagna al pianoforte. Il film viene introdotto

da Aldo Tassone, critico cinematografico.

Dopo gli studi in pianoforte e composizione conclusisi

rispettivamente a Magonza e Karlsruhe, Martin Münch

si è esibito, in veste di pianista e compositore, in ventisei

paesi fra Europa, Giappone e Stati Uniti. Tra i successi

più recenti della sua copiosa produzione compositiva, si

annoverano la Rapsodia per clarinetto e pianoforte ed

orchestra (2004). Alcune sue opere sono state trasmesse

dalle radio “Südwestfunk Mainz”, “Süddeutscher Rundfunk

_, dalla televisione _Südwestfunk_ e dalla tv nazionale

bulgara. Attualmente è docente di pianoforte presso

l_Università di Bamberg e direttore artistico di vari festival

pianistici (Heidelberg, Firenze e altri)

 mercoledì 17 marzo 2010 – ore 20:30, duo pianistico

Duo Pianistico Mihailescu – Timisoara / Romania

Wolfgang Amadeus Mozart: Sonata in do maggiore, KV 521

Allegro – Andante – Allegretto

Frédéric Chopin: Variazioni in re maggiore

Variazioni su un’aria nazionale di Moore
Eric Satie: Tre pezzi in forma di pera ed altri

_
Il Duo Pianistico Mihailescu, formato da Manuela Iana-

Mihailescu e Dragos Mihailescu, si è esibito in molti

paesi europei, incontrando giudizi decisivamente favorevoli

da parte della stampa.Nel 2006 i due artisti hanno presentato
in Romania, Spagna, e Svezia l_opera omnia di Mozart
a quattro mani e per due pianoforti. Contano inoltre al loro attivo
tre regitrazioni su CD: i brani per pianoforte a quattro mani

di Schubert e Brahms (Videoton, 1998), ballate di

Schumann, Brahms, Dvorak, Grieg e Silvestri (Show

Factory, 2006) e opere di Schubert, Brahms e Rachmaninov

(DUO Mihailescu, Show Factory, 2008)

 giovedì 18 marzo 2010 – ore 20:30

Luca Rasca – Imola / Italia

Joseph Haydn: Sonata in mi minore Hob XVI/32

Ludwig van Beethoven: Sonata in fa minore op. 57

Appassionata

Frédéric Chopin: Barcarola op. 60

Claude Debussy: Suite bergamasca

L’isola gioiosa

_

Uno dei più talentuosi e rappresentativi pianisti della sua

generazione, Luca Rasca si è imposto all’attenzione del

mondo musicale fin da giovanissimo, conquistando alcuni

fra i premi più prestigiosi nel panorama pianistico mondiale:

Viotti di Vercelli, Palma d’Oro di Finale Ligure, Busoni di

Bolzano, Casagrande di Terni, Schubert di Dortmund e il

World Piano Competition di Londra.

Ha studiato per 8 anni con Franco Scala all’Accademia

Nazionale di S. Cecilia con il massimo dei voti e la lode,

sotto la guida di Sergio Perticaroli.

 venerdì 19 marzo 2010 – ore 20:30

Sophia Vaillant – Parigi / Francia

Louis Couperin: Ciaccona in sol minore

Franz Schubert: Secondo improvviso D 946 (opera postuma)

Claude Debussy: 3 preludi

Emmanuel Chabrier: Malinconia

Frédéric Chopin: Mazurka op. 6 n° 2

Robert Schumann: Il carnevale di Vienna

_
Sophia Vaillant
ha compiuto i suoi studi presso autorevoli

conservatori in Francia, Inghilterra e America. Vincitrice

del primo premio al concorso internazionale di Guildford,

finalista alla Yamaha Kemble Competition e semifinalista

allo YACAT e a Illzach, ha fondato nel 1993 l’associazione

«Moments Musicaux de Thème et Variations» che realizza

manifestazioni artistiche a Tricot (Oise) e dintorni.

Attualmente la sua carriera, che l’ha portata a esibirsi in

illustri sale da concerto in Francia e all’estero, abbraccia la

musica da camera, la musica contemporanea, il tango, e

l’improvvisazione. Si è dedicata inoltre all’insegnamento

presso il Conservatorio “Nadia Boulanger” di Parigi e a

récitals in qualità di solista.

 

 

sabato 20 marzo 2010 – ore 20:30

Uwe Balser – Heidelberg / Germania

César Franck: Preludio, fuga e variazioni

Frédéric Chopin: Ballata n°1 in sol minore

Robert Schumann: Humoreske op. 20

Paul Pabst: Parafrasi sulle opere di Tschaikowsky

Mazeppa e Eugen Onegin

_

Dopo aver raggiunto la vetta di numerosi concorsi pianistici

internazionali, Uwe Balser ha tenuto svariati concerti in

tutto il mondo sia in qualità di solista, sia in formazioni

cameristiche. Il suo repertorio si estende fino a Berg, Schönberg e Weber

(dei quali ha eseguito l’opera omnia per pianoforte al “Workshops

für Neue Musik” a Iserlohn dal 1986-1991). Nel 1994

ha inciso brani di Nikolai Medtner, mentre nel 1999 ha

eseguito il 2° Concerto per piano e orchestra. Vanta inoltre

molte prime esecuzioni, tra cui “Klavierstück III” di Johannes

Putsch, e brani tratti da “Metaporphosen einer Idylle” di

Martin Herchenröder.


domenica 21 marzo 2010 – ore 16:00

Giovani interpreti Scuole di Musica in Toscana
Andrea Benazzi Inzoli
– Nuovi Eventi Musicali

Johann Sebastian Bach: Preludio in do maggiore

Domenico Scarlatti: Sonata in re minore

Robert Schumann: Mignon op. 68/35

Micaela Rocca – Scuola di Musica di C. Bisenzio

Franz Schubert: Improvviso op. 90 n°2 in mib maggiore

Frédéric Chopin: Fantasia improvviso op. 66

Rimsky Korsako_ / Volo del calabrone

Giulia Contaldo – Conservatorio Cherubini di Firenze

Claude Debussy: Children’s Corner

Livia Zambrini – Scuola di Musica di Fiesole

Ludwig van Beethoven: Sonata op. 31 n°2, La Tempesta

 

Luogo della manifestazione
Sala del Lyceum Club di Firenze Via Alfani 48, Firenze – Italia

Biglietto d’ingresso: 8 Euro (ridotti 6 Euro) PianoCard per tutte le serate 20 Euro

Ingresso ridotto: Carta Istituto francese, Deutsches Institut, Lyceum Club, Università di Firenze, Università dell’età libera, ARCI, Associazioni Musicali, Soci Rete Toscana Classica

Informazioni : Istituto Francese 055 2718801 www.istitutofrancese.it

Infostampa Francesca Ristori 055 2718820 / 348 6106610

 

 

……..e ri-Firenze: Pianorama, il programma completoultima modifica: 2010-03-15T15:58:38+01:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento