Borgo a Mozzano (LU): Il Serchio racconta

Francesco Cipriano

Ia­co­po Laz­za­re­schi Cer­vel­li per loschermo

Do­ma­ni sera a Borgo a Moz­za­no il fe­sti­val “Il Ser­chio delle Muse” o­spi­te­rà la prima e­se­cu­zio­ne as­so­lu­ta di Il Ser­chio rac­con­ta, l’opera sin­fo­ni­ca com­po­sta dal mu­si­ci­sta luc­che­se Fran­ce­sco Ci­pria­no. Il con­cer­to si terrà in piaz­za Ga­ri­bal­di e sarà ad in­gres­so gra­tui­to. L’opera di Ci­pria­no verrà e­se­gui­ta dall’Or­che­stra del Fe­sti­val Puc­ci­ni di Torre del Lago nell’in­ter­val­lo tra i due atti unici puc­ci­nia­ni Gian­ni Schic­chi e Suor An­ge­li­ca, in pro­gram­ma per il fe­sti­val “Il Ser­chio delle Muse”, con i­ni­zio alle ore 21,15 e in­gres­so gra­tui­to.

Il Ser­chio rac­con­ta è una sug­ge­sti­va nar­ra­zio­ne mu­si­ca­le in cui si ri­co­no­sco­no pre­zio­si in­tar­si che ri­chia­ma­no mo­ti­vi po­po­la­ri to­sca­ni e della valle del Ser­chio. Il rac­con­to i­ni­zia dal Monte Pi­sa­ni­no, im­po­nen­te mon­ta­gna delle Alpi A­pua­ne da dove nasce il fiume Ser­chio, le cui acque, in­gros­san­do­si, scen­do­no ra­pi­da­men­te verso la Gar­fa­gna­na fino ad ac­quie­tar­si nel lago di Gra­mo­laz­zo. Nella calma del pae­sag­gio mon­ta­no si a­scol­ta il mo­ti­vo della fa­mo­sa Fate la nanna co­sci­ne di pollo. Il fiume ri­pren­de il suo cam­mi­no in di­sce­sa fino a fer­mar­si nel lago di Pon­te­co­si dove si a­scol­ta un mo­ti­vo po­po­la­re ti­pi­co della Gar­fa­ga­na: La Bi­ri­tul­le­ra.

Il Ser­chio frena poi gra­da­ta­men­te la sua corsa nella diga di Borgo a Moz­za­no dove crea un in­va­so sug­ge­sti­vo nel quale si spec­chia ma­gi­ca­men­te il Ponte della Mad­da­le­na. Nella splen­di­da cor­ni­ce dei monti so­vra­stan­ti il Ser­chio me­di­ta at­tra­ver­so un suo mo­ti­vo in­ti­mo e strug­gen­te. In lon­ta­nan­za rie­cheg­gia Il Tre­sco­ne, a com­ple­ta­re fe­sto­sa­men­te e con gioia il per­cor­so gar­fa­gni­no del Ser­chio.

Fran­ce­sco Ci­pria­no ha i­ni­zia­to l’at­ti­vi­tà ar­ti­sti­ca all’età di 3 anni e mezzo can­tan­do prima in con­cor­si ca­no­ri e poi pres­so la RAI. A par­ti­re dai 7 anni, ha fatto parte delle Voci Bian­che del Coro Li­ri­co Luc­che­se e con­tem­po­ra­nea­men­te ha i­ni­zia­to gli studi pia­ni­sti­ci en­tran­do a 11 anni nella clas­se della pro­fes­so­res­sa Mar­ghe­ri­ta Ber­to­luc­ci pres­so l’I­sti­tu­to Mu­si­ca­le “Luigi Boc­che­ri­ni”. Nel 1968, an­co­ra al­lie­vo, ha vinto il Primo Pre­mio al primo con­cor­so na­zio­na­le Città di Osimo. Dopo il di­plo­ma ha i­ni­zia­to la car­rie­ra con­cer­ti­sti­ca che l’ha por­ta­to ad e­si­bir­si sia come so­li­sta al pia­no­for­te e al cla­vi­cem­ba­lo, sia con for­ma­zio­ni da ca­me­ra che con or­che­stra, in I­ta­lia e all’e­ste­ro. Nel 1981 ha preso il di­plo­ma di cla­vi­cem­ba­lo con la vo­ta­zio­ne di 10/10 al Con­ser­va­to­rio “Che­ru­bi­ni” di Fi­ren­ze.

Ha stu­dia­to com­po­si­zio­ne con Enzo Bor­len­ghi all’I­sti­tu­to Mu­si­ca­le Luigi Boc­che­ri­ni.
Dal 1968 col­la­bo­ra con il gior­na­le La Na­zio­ne come cri­ti­co mu­si­ca­le. I­scrit­to all’Or­di­ne dei Gior­na­li­sti in qua­li­tà di Pub­bli­ci­sta, Ci­pria­no ha fon­da­to e di­ri­ge la ri­vi­sta men­si­le “Luc­ca­Mu­si­ca”.
Dal 1970 in­se­gna pia­no­for­te prin­ci­pa­le all’I­sti­tu­to Mu­si­ca­le “P. Ma­sca­gni” di Li­vor­no.
Dal 1986 al 1991 è stato di­ret­to­re ar­ti­sti­co della ras­se­gna pia­ni­sti­ca “Franz Liszt” di Lucca. Ha re­gi­stra­to tra­smis­sio­ni te­le­vi­si­ve con la RAI TV ed e­mit­ten­ti pri­va­te.
Ha in­ci­so in prima as­so­lu­ta due CD con­te­nen­ti le So­na­te per pia­no­for­te di Do­me­ni­co Puc­ci­ni. Ha com­po­sto arie da ca­me­ra per canto e pia­no­for­te , brani pia­ni­sti­ci, vari brani or­che­stra­li. La sua li­ri­ca La Mente per ba­ri­to­no e pia­no­for­te con testi di Mi­rel­la Mac­ca­ri Ar­ma­ni ha vinto il primo pre­mio al Con­cor­so Na­zio­na­le “Mondo d’Arte” per arie da ca­me­ra di Piom­bi­no del 2009.

 

Borgo a Mozzano (LU): Il Serchio raccontaultima modifica: 2010-08-05T08:48:27+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento