Arezzo: Spiedini all’idrogeno

Verdure e spiedini da leccarsi i baffi: tutto cotto con l’idrogeno.
La rivoluzione del cibo parte da Arezzo, in particolare dalla Fabbrica del Sole, che ha messo a punto “Hydrocooker”, un fornello mobile che fa a meno del gas metano.
Il prototipo è stato presentato – con tanto di esperimento culinario – nei giorni scorsi a margine di un seminario sulla sostenibilità e “la rivoluzione off grid”, lanciata proprio dalla Fabbrica del Sole. Un appuntamento in programma al The Hub Milano, nel cuore del Fuorisalone, durante la settimana del design tenutasi dal 12 al 17 aprile.
La presentazione di Hydrocooker è stata accompagnata da uno slogan: “con l’idrogeno è più buono”. Lo strumento permette di produrre idrogeno con energia solare e acqua piovana. Una filiera cortissima per il combustibile con costi ambientali drasticamente ridotti. E anche la dimostrazione pratica che emanciparsi dal metano – che arriva in Italia dopo migliaia di chilometri nei gasdotti – è possibile.
L’esperimento scientifico-gastronomico è stato realizzato grazie alla collaborazione del gruppo Sapio, alla presenza del presidente del comitato scientifico della Fabbrica del Sole Emiliano Cecchini e completato da vini eccezionali offerti dalle cantine Salcheto e Tunia.

 

Arezzo: Spiedini all’idrogenoultima modifica: 2011-04-20T09:53:57+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento