Arezzo: Il marchio Lebole torna in famiglia

Il marchio Lebole torna nelle mani della famiglia aretina dei fratelli Mario e Giovanni Lebole, i due industriali  che negli anni Cinquanta fondarono l’azienda.

La società Textura, di proprietà di Attilio Lebole, nipote e figlio dei fondatori, ha raggiunto un accordo con Valentino Fashion Group per una licenza pluriennale per la creazione, la produzione e la distribuzione di linee di abbigliamento maschile di Lebole, Oxon, Portrait e Principe, in vigore a partire dall’Autunno-Inverno 2012.
 
 
Textura, che ha sede a Castiglion Fibocchi, nell’Aretino, produce abbigliamento.
 
”Un accordo importante quello con Textura che permette a Valentino Fashion Group di focalizzare le proprie risorse sui progetti a piu’ elevato potenziale e rappresenta per Lebole un’importante opportunita’ di crescita in un segmento di mercato dove la specializzazione di Textura e’ un elemento di sicuro successo”, sostiene Stefano Sassi amministratore delegato di Valentino Fashion Group.
 
 
“La sede commerciale e creativa – spiega Attilio Lebole – è in Toscana, la produzione è all’estero in Romania e Turchia. I dipendenti sono complessivamente 400, 60 dei quali in Italia. Con l’accordo produrremo noi i prodotti del marchio Lebole, ovviamente in futuro potremo pensare di passare dall’accordo all’acquisto del marchio. Con l’accordo, da un lato intendiamo aumentare sensibilmente il nostro giro d’affari e la nostra dimensione e dall’altro ricongiungiamo il nome della famiglia al marchio”.
 
 
Il marchio Lebole, spiega una nota della Valentino Fashion Group, è distribuito attraverso una rete di circa 500 punti vendita e ha sviluppato nel 2010 un fatturato di 16,6 milioni di euro.
 
Per decenni la Lebole è stato un simbolo della città di Arezzo. Per avviare la produzione, i fratelli Lebole assunsero all’epoca soltanto donne, in gran parte mezzadre del Valdarno, un atto quasi rivoluzionario per l’epoca.
 
La massima espansione della produzione si ebbe alla fine degli anni Sessanta quando la fabbrica occupava circa 5.000 dipendenti.
 
 
Ma nel 1973 cominciò un progressivo processo di cessione della proprietà all’Iri con un successivo passaggio del marchio, a dipendenti ormai ridotti al minimo, alla Marzotto.
arezzoweb
 

Arezzo: Il marchio Lebole torna in famigliaultima modifica: 2011-05-03T10:01:36+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Arezzo: Il marchio Lebole torna in famiglia

  1. Buonasera, mi chiamo Patrizia cavallin è ho venduto i vostri abiti a Padova nel punto vendita azindale Valentino Fashion Group per 3 anni e mezzo, il vostro è un mondo fantastico, veder tornare i clienti soddisfatti per ricomprare è la cosa più gratificante. Avrei bisogno di un contatto per i molti clienti che continuano a cercarvi non solo di Padova ma anche fuori Veneto. Ho dato la mia parola ai miei clienti che avrei fatto il possibile, non sono tutti Drop 6, ma anche 4 4corto, 6 o 7L e XL e il vostro neraviglioso tessuto di qualità non si trova, Per favore potreste aiutarmi? Mi servirebbero i recapiti dei punti vendita della Lombardia, Milano in particolare e Piemonte, da indicare ai miei e vostri carissimi affezionati clienti.
    Vi ringrazio per l’attenzione, in attesa formulo i miei più sentiti auguri per il vostro ritorno in prima persona.
    Cordiali saluti,
    Patrizia Cavallin

Lascia un commento