Lucca: Boccherini Open

Proseguono gli appuntamenti di Boccherini Open con una settimana ricca di attività. Si inizia domani alle 16: Macrì Simone, pianista, musicologa ed esperta nel settore dei Beni Culturali terrà, presso l’Auditorium del Suffragio, un seminario nel quale si propone di indagare il complesso meccanismo dell’organizzazione degli eventi artistici e di fornire una guida costruttiva ai giovani che ambiscano a svolgere una professione artistica, fornendo preziosi consigli su quali siano i passi migliori da intraprendere a partire dalla compilazione di un curriculum artistico fino ai rapporti con gli enti di produzione. 

Per la sezione “Ospiti in concerto”, invece, si terrà mercoledì 4 maggio alle 21, il concerto del Quartetto Mirò sempre presso l’auditorium del Suffragio e sempre con ingresso libero. Il quartetto si esibirà in un programma assai vario che prevederà l’esecuzione del giovanile Quartetto di Mahler, del Quartetto del compositore americano Aaron Copland (una vera rarità ) e del meraviglioso Quartetto op. 25 di Brahms.

Il violinista Carlo Alberto Valenti, il violista Claudio Valenti (docente di Viola presso il Boccherini) ed il violoncellista Carlo Benvenuti sono artisti lucchesi di grande valore, ben noti al pubblico della città. I tre musicisti si esibiranno con la bravissima pianista fiorentina Simona Coco, che Open ospiterà anche il prossimo ottobre in un recita pianistico nel corso del Percorsi musicali di Autunno

La settimana di eventi di Open proseguirà nei giorni 5, 6 e 7 maggio con un’importante Masterclass pianistica tenuta da Aquiles delle Vigne, concertista di chiara fama ed uno dei massimi didatti a livello mondiale; il corso è rivolto agli studenti del Boccherini ma anche a pianisti esterni. Chi intendesse partecipare, sia come allievo effettivo che come uditore, è invitato di contattare la Segreteria dell’Istituto al seguente indirizzo e-mail:  info@boccherini.it

loschermo

Lucca: Boccherini Openultima modifica: 2011-05-03T09:34:00+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento