Montepulciano (SI): Verso il contemporanei

Sono profondamente legate al mondo del vino e del turismo culturale di Montepulciano due iniziative che stanno per vedere la luce e che proietteranno Montepulciano nell’affascinante mondo delle arti contemporanee.
“Il fumetto è arte” – l’ormai famosa frase di Vincenzo Mollica che vuole sottolineare l’appartenenza del mondo dei comics alle forme più alte di creatività e di espressione estetica – è il sottotitolo della rassegna “IL GRIFO” che aprirà i battenti il 4 giugno, nell’antica Fortezza di Montepulciano.
Come si ricorderà, la questo storico edificioè stato inaugurato il 13 febbraio scorso, dopo un anno di intensi lavori di restauro, con l’edizione 2011 dell’Anteprima del Vino Nobile. Il complesso intervento, che ha interessato per ora un’ala dello storico edificio, è stato realizzato grazie all’impegno dei produttori associati del Vino Nobile che l’hanno finanziato per la maggior parte.
La mostra, a cura dello stesso Mollica (direttore del Grifo) ed organizzata dal giovane poliziano Lorenzo Paganelli, aprirà al pubblico le porte dell’archivio storico della rivista Il Grifo. Per l’occasione saranno esposte parte delle tavole originali inedite di una storia di Hugo Pratt. Ospite d’onore sarà Daniel Zezelj, artista fondamentale per la storia della pubblicazione, che aprirà la mostra con una performance di live painting accompagnato dalla sassofonista americana, sua moglie Jessica Lurie.
Lunghissimo l’elenco degli artisti di assoluto valore di cui saranno esposte le opere e che hanno creduto nella rivista a tal punto da realizzare storie diventate negli anni dei classici: citiamo, per tutti, Federico Fellini a cui è dedicata un’ampia sezione della mostra, forse la più importante. Il celebre regista tornó a occuparsi di fumetti proprio grazie a “Il Grifo”, dopo l’esperienza del “Marc’Aurelio”, in cui aveva esordito come disegnatore; paradossalmente, aprì e chiuse la sua carriera artistica facendo fumetti.
La mostra resterà aperta fino al 31 luglio 2011.
 
Si intitola invece “Ninfee” la mostra che inaugurerà il 14 maggio e rimarrà aperta fino al 14 dicembre, promossa da Icario Arte che porta la firma del duo artistico goldiechiari, acronimo dei cognomi di Sara Goldschmied e Eleonora Chiari. Impegnate da 16 anni, attraverso lavori ironici ed esteticamente attraenti, in un’opera di stigmatizzazione e sottolineatura delle debolezze e dei tabù del mondo occidentale, goldiechiari esprimono con “Ninfee” molte delle tematiche care alla loro poetica. Il titolo e le dimensioni monumentali delle opere rimandano alle celebri Ninfee di Monet. Ma il giardino è solo all’apparenza perfetto perché le foto sono state scattate lungo gli argini del Tevere, a Roma, ed i fiori sono realizzati con sacchetti per la spazzatura, manipolati con pazienza da origami. Insomma, bellezza e tragedia insieme.Iniziato nel 2008, per volere della famiglia Cecchetti, proprietaria dell’azienda, il progetto Icario Arte prevede che le opere siano ospitate negli spazi della cantina, in un rimando continuo tra espressività artistica e produzione vinicola di alta qualità, un connubio che da sempre caratterizza Montepulciano.
Montepulciano (SI): Verso il contemporaneiultima modifica: 2011-05-04T10:21:08+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento