Firenze: L’olivo da Omero ad oggi

Presso l’Accademia dei Georgofili verrà presentata una antologia di poesie sull’olivo e sull’olio. 

Il volume, dal titolo “oliveTolive” (EFFE Fabrizio Fabbri Editore), è stata curato da tre poeti perugini: Ombretta Ciurnelli, Michelangelo Pascale e Antonio Carlo Ponti. 
Un’occasione culturale ghiottissima per la qualità dei testi e dei presentatori, che i veri amanti dell’olio di oliva non potranno perdere.
L’Accademico prof. Claudio Peri – anch’egli perugino! – svolgerà una premessa sul tema “Dall’olivo all’olio: un sorprendente itinerario fra scienza e poesia” che non mancherà di incuriosire e interessare gli esperti di olio, anche offrendo spunti e suggestioni accattivanti per gli esperti di comunicazione e di marketing.

Gli olivi quasi non richiedono cura; non aspettano
La falce ricurva e i tenaci rastrelli una volta
Che si sono abbarbicati alla terra e levati all’aria;
lo stesso terreno, se scisso da un dente adunco, fornisce
umore bastevole, e lavorato dal vomere pesanti frutti.
Nutri perciò il pingue olivo gradito alla Pace

Virgilio, Georgiche, libro II, (420-25)

Firenze: L’olivo da Omero ad oggiultima modifica: 2012-04-18T11:02:45+02:00da minobezzi1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento